La TUC, nuovo tributo sulla casa
Economia Ultime News

Legge di stabilità: via al nuovo tributo sulla casa, il Tuc

Legge di stabilità: al via la nuova tassa sulla casa che – promettono in Senato – non si applicherà sulla prima casa.

La nuova tassa Tuc (Tributo Unitario Comunale) sostituisce la Trise (imposta sostitutiva dell’Imu composta da Tari e Tasi), in favore di una migliore agevolazione per coloro che possiedono non più di una casa.

Riscrivendo totalmente il progetto della Service Tax, Antonio d’Alì, uno dei due relatori della legge di stabilità, propone la sostituzione della tassa che avrà due particolari requisiti. La Tuc, infatti, oltre a non essere rivolta ai possessori della prima casa, potrà sostituire a partire dal 2014 l’imposta municipale propria, con una ben precisa articolazione: da un lato sostituisce l’imposta comunale sugli immobili e l’imposta sul reddito delle persone fisiche (attraverso una articolazione di tipo immobiliare); dall’altro lato, la Tuc presenta la componente relativa ai servizi, i costi della gestione dei servizi indivisibili, ovvero quelle attività che non sono offerte sulla base di domanda individuale, come la pubblica illuminazione, la sicurezza e la manutenzione delle strade.

Questo tributo sulla casa avrà una misura massima del 10,6 per mille della rendita catastale, il quale verrà misurato attraverso una riscrittura della tassazione sugli immobili che non prevede però l’estensione alle prime case ed ai terreni agricoli e fabbricati rurali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *