Il frazionamento catastale: di cosa si tratta e come si effettua

frazionamento catastale

Purtroppo rapportarsi con le istituzioni in Italia non è sempre facile, anche se negli ultimi anni le cose stanno cambiando; per quanto riguarda il frazionamento catastale, come si può leggere anche sul sito geometra24.it, è oggi possibile risolvere la questione in tempi relativamente brevi, anche se è sempre consigliabile rivolgersi ad un professionista del settore edile, che sarà in grado di abbreviare i tempi.

Cos’è il frazionamento catastale

In Italia ogni struttura edile, terreno e possedimento, è registrato in uno speciale albo, detto catasto. Il frazionamento è l’atto per cui un singolo immobile o terreno viene suddiviso in più parti. Nel caso dell’immobile effettuare questo tipo di divisione può portare con sé una serie di problematiche. Le frazioni ottenute infatti dovranno mantenere in toto le loro peculiarità abitative e seguire le dovute normative al riguardo.

Per fare in modo che l’operazione di frazionamento si svolga senza alcun  intoppo è necessario, prima di tutto, richiedere l’autorizzazione presso gli uffici comunali, presentando anche i progetti degli eventuali lavori da svolgere.

Dopo aver ottenuto tale approvazione, sarà necessario anche richiedere la variazione catastale e recarsi da un notaio, che dovrà registrare le nuove unità immobiliari che si verranno a creare con il frazionamento.

Stiamo parlando quindi di una procedura complessa, anche se la complessità dipende strettamente dalla natura dell’immobile da suddividere. Ad esempio, se si intende suddividere un capannone industriale, potrebbe essere necessario semplicemente dividere la cubatura interna e munire una delle due parti dei servizi igienici.

Se invece si deve suddividere un’abitazione in diverse unità abitative allora potrebbero doversi svolgere molti tipi di lavori, tra cui predisporre ogni unità di un ingresso separato dalle altre.

Il frazionamento di un terreno

Il frazionamento catastale di un terreno è decisamente molto più semplice, anche se è possibile che ci siano alcune questioni da chiarire. Se il terreno è agricolo le frazioni minime non devono essere inferiori ai 15.000 metri quadrati; se invece si tratta di un terreno agricolo i singoli lotti possono avere misure inferiori a questa.

Ogni singolo lotto dovrà avere delle vie di accesso dall’esterno, cosa che potrà costringere i proprietari a cedere i diritti di passaggio.

Il costo del frazionamento

Non è possibile indicare una cifra generale per indicare il costo di un frazionamento, perché questo dipende dal tipo di terreno o di immobile e dagli eventuali lavori da svolgere. LE imposte catastali rappresentano la minima parte del costo totale del frazionamento di un immobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *