Cosmetici senza: vegani, naturali, bio

cosmetici senza

Negli ultimi anni la schiera di persone che preferisce conoscere a fondo ciò che acquista si è ampliata enormemente. Le motivazioni sono varie e vanno dal seguire abitudini totalmente cruetly free, fino a necessità di ordine medico, come avviene per chi soffre di particolari intolleranze.

Ma siamo veramente sicuri di ciò che acquistiamo in profumeria o in erboristeria? Se per quanto riguarda gli alimenti è ormai abbastanza semplice reperire prodotti adatti a chi deve rinunciare ad alcune materie prime, quando invece si tratta di cosmetici le cose si complicano.

Cosa contengono i cosmetici

La questione è facile da comprendere: mentre la lista delle materie prime contenute in alcuni alimenti è comprensibile quasi da chiunque, gli ingredienti di un qualsiasi cosmetico risultano spesso criptici. Per altro in ambito alimentare sono presenti leggi ferree, che costringono i produttori ad indicare su un prodotto adatto alla dieta vegana o privo di glutine solo quando questo è reale al 100%.

Mettiamola così: una farina gluten free può contenere meno di 20 parti per milione di glutine al suo interno, quindi in pratica nulla. Per i cosmetici le cose sono decisamente diverse, soprattutto se si guarda sugli scaffali dei prodotti di uso comune, come shampoo o detergenti. Per altro in questi casi non è neppure obbligatorio indicare gli ingredienti in lingua italiana, ma in inglese o, per quanto riguarda gli estratti di piante, in latino.

Chi desidera acquistare prodotti vegani o preparati con sostanze di origine naturale avrà difficoltà non a trovare questi prodotti, ma a fidarsi di quanto scritto in etichetta. Solo alcune associazioni infatti garantiscono la veridicità di quanto dichiarato in etichetta, per tanti prodotti ci si deve fidare delle pubblicità.

Preparare i cosmetici naturali in casa

Ecco che quindi si trovano numerosi consigli su come preparare cosmetici in casa, utilizzando materie prime che tutti possediamo, come ad esempio l’olio di oliva, lo yogurt o il miele. Ciò che però difficilmente si legge è che tali cosmetici andrebbero preparati in una singola dose e utilizzati subito. Il perché è chiaro: i contenitori in cui mescoliamo la maschera per il viso fai da te non è sterile, e neppure lo sono gli utensili e le materie prime stesse. Quindi dopo un paio di giorni è naturale che la mistura cominci ad ammuffire o comunque a perdere buona parte delle sue proprietà iniziali.

Non è possibile avere a disposizione sempre cosmetici fatti in casa, perché si tratta di prodotti che deperiscono rapidamente. Piuttosto, se si vuole avere la certezza dia vere sempre a disposizione prodotti con una chiara dichiarazione sugli ingredienti utilizzati ci si può rivolgere ad un’azienda di produzione cosmetici conto terzi. Stiamo parlando di aziende chimiche che lavorano su commissione, pronte a preparare anche piccoli lotti di prodotti di bellezza e cosmetici, seguendo sempre tutte le normative in fatto di igiene e sicurezza.

Una singola persona non si può di certo permettere questo tipo di opportunità, ma un’erboristeria o una farmacia possono farlo, si tratta per altro di cosmetici che potranno vendere a tutte le clienti più esigenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *