I Conti deposito
Economia

Come funzionano i conti deposito

Il conto deposito, definito da molti anche con l’espressione conto di liquidità, è uno strumento di investimento a zero rischi, grazie al quale l’investitore può far fruttare il proprio capitale senza rischiare di perdere denaro. Diventato famoso grazie al conto arancio che, oltre 15 anni fa invase la tv con i suoi spot pubblicitari diventati ormai un cult, e lanciando questo prodotto anche tra le famiglie italiane.

Il conto deposito si affianca al conto corrente tradizionale, ma è importante avere ben chiaro che sono due cose distinte: mentre con il conto corrente tradizionale si possono eseguire differenti tipologie di operazioni, al fine di gestire al meglio il proprio denaro nell’inviare e ricevere soldi, il conto deposito si configura come puro strumento di investimento e le tipologie di azioni concesse risultano essere limitate.

L’intestatario di un conto deposito può esclusivamente versare denaro al conto di liquidità dal conto corrente associato o prelevare denaro dal conto deposito per trasferirlo al conto corrente tradizionale associato. Non è possibile trasferire denaro né da né verso altri conto correnti ne eseguire operazioni finanziarie più complesse.

Per semplificare il tutto basta dire che il conto deposito non può essere gestito come un normale conto corrente e quindi il denaro in esso depositato non può essere utilizzato per pagare le spese quotidiane. I rischi associati a questo tipo di investimento sono praticamente inesistenti: il denaro versato nel conto deposito è al sicuro e consente di percepire una percentuale di interesse molto più alta rispetto ai conto correnti tradizionali.

L’unica limitazione è che il denaro deve essere vincolato, ovvero per un determinato periodo di tempo (variabile in base alla durata stabilita del vincolo) la somma vincolata non può essere prelevata. E’ proprio l’esistenza del vincolo che consente all’istituto di credito di poter garantire interessi più alti ed infatti il tasso di interesse aumenta all’aumentare della durata del vincolo stesso.

Alcuni istituti di credito offrono anche la possibilità di aprire un conto deposito libero, con il quale è consentito versare denaro libero da vincoli. In questo caso i tassi di interesse risultano ridotti, ma il denaro può essere gestito con maggior libertà e può essere ritirato in qualsiasi momento senza alcuna limitazione di sorta.

Quest’ultima soluzione, seppur meno conveniente rispetto alle altre, è sicuramente la scelta vincente per chi pensa di avere bisogno, durante l’arco dell’anno, di accedere ai propri risparmi. Nel complesso possiamo dire che i conti deposito sono, ancora oggi, uno degli strumenti più apprezzati dagli italiani per investire i propri soldi. Nonostante i tassi di interesse siano ai minimi storici, infatti, il conto deposito permette di essere al riparo dalle incertezze della borsa e di proteggere il proprio capitale in maniera davvero eccellente.

Fonte: http://www.ilmigliorcontodeposito.com/.

One Reply to “Come funzionano i conti deposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *